Primi modelli di Basso Elettrico (1930-1947)

Forum dedicato al mondo degli strumenti a corda
Avatar utente
TidalRace
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 438
Iscritto il: 26/09/2012, 13:18
Località: Ancona

Primi modelli di Basso Elettrico (1930-1947)

  • Cita
  • Proponi su OK Notizie

Messaggioda TidalRace » 26/03/2014, 18:56

Abbiamo già visto in precedenza quali case avevano proposto sul mercato contrabbassi elettrificati o elettrici, per dotarli di un volume maggiore rispetto allo strumento acustico. Di veri e propri bassi elettrici da suonare a tracolla, però, non si poteva ancora disporre.

Intanto un musicista e inventore di Seattle, tale Paul Tutmarc, nel 1930 ideò un contrabbasso elettrico, da suonare nel modo classico, che non venne prodotto industrialmente. La sua idea si perfezionò nel 1935, quando produsse un modello da suonare come una chitarra, con una forma moderna ma poco appariscente e dotato di tasti. Il modello prodotto a marchio Audiovox, a metà del decennio, si chiamava 736 Electric Bass Fiddle, aveva quattro corde, un corpo di noce nero solido, costruzione con manico passante e una scala lunga appena 30 pollici e 5/16. Il pickup nascosto sotto il battipenna, aveva un grosso magnete a ferro di cavallo con doppia bobina e effetto humbucker e un cavo che usciva direttamente dalla cassa. Lo strumento era comodo da trasportare per le ridotte dimensioni, poco più di una moderna elettrica e facile da suonare per la presenza dei tasti. Sembra che ne siano stati costruiti circa cento esemplari in quel periodo e venduto al prezzo di 65 $.
Immagine
Foto: Tutmarc Electric Double-Bass del 1930
Immagine
Foto: Audiovox Tutmarc 736 Electric Bass Fiddle del 1935
Immagine
Foto: Audiovox Tutmarc 736 EBF (interno)

Una variante di questo strumento fu poi riproposta sul mercato nel 1947 da Bud Tutmarc, figlio di Paul. Il nuovo marchio Serenader, nonostante una buona pubblicità, non ottenne comunque molto successo.
Immagine
Foto: Serenader Bass del 1947

Gibson aveva introdotto sul mercato il suo Electric Bass nel 1938, aveva una cassa piccola e cava, un lungo manico con tastiera in palissandro e ben due ottave d’estensione. Si suonava in piedi e il suono delle corde era raccolto da un pickup simile a quello installato sulla ES-150, controllato poi da un volume e un tono presenti sulle due spalle. Aveva una lunghezza di 152 cm, probabilmente senza considerare il puntale e ne furono costruiti solo pochi esemplari.
Immagine
Foto: Gibson Electric Bass del 1938

Nel 1945 il padre del famoso liutaio Carl Thompson, trasformò una vecchia chitarra Kay in basso elettrico, applicando un pickup da mandolino e montando quattro corde da pianoforte al posto delle sei originali, accordate un’ottava sotto. L’esperimento pur se perfettamente riuscito rimase comunque nel cassetto.

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Primi modelli di Basso Elettrico (1930-1947)

  • Cita

Messaggioda andyfender » 26/03/2014, 19:01

Bellissimo!!! Le foto sono dei reperti storici mai visti.Complimenti. :clapping: :clapping:

Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

Re: Primi modelli di Basso Elettrico (1930-1947)

  • Cita

Messaggioda simoneb » 26/03/2014, 19:23

veramente complimenti,questa ricerca sulle origini degli strumenti è molto interessante....cavolo,anche la foto della parte elettronica...mitico :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping:

  • Spazio pubblicitario

Commenta con Facebook

Torna a “Chitarre e derivati”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti