La storia dei bassi elettrici continua (1951-1958)

Forum dedicato al mondo degli strumenti a corda
Avatar utente
TidalRace
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 438
Iscritto il: 26/09/2012, 13:18
Località: Ancona

La storia dei bassi elettrici continua (1951-1958)

  • Cita
  • Proponi su OK Notizie

Messaggioda TidalRace » 27/05/2014, 0:01

Anche se come abbiamo già visto vi fu chi prima di Leo Fender progettò e realizzò bassi elettrici da suonare a tracolla, sicuramente occorre dare merito all’ideatore del Precision Bass di aver realizzato uno strumento ben costruito, comodo, dal suono entusiasmante che rivoluzionò la tecnica bassistica e disponibile su larga scala.

Immagine
Foto: Fender Precision Bass del 1951

La prima versione del Precision Bass del 1951 derivava dalla chitarra Telecaster, riconoscobile per il grande battipenna che copriva l’intero corno superiore, il corpo non smussato, il pickup a 4 poli in linea di tipo single coil e la placca ovaloide dei controlli.

Immagine
Foto: Fender Precision Bass del 1954

Nel 1954 con l’uscita della Stratocaster, il corpo venne smussato sugli angoli e scavato sul retro e fu aggiunto il poggiadita nella parte inferiore del corpo. Poi nel 1957 la forma assunse quella che è ritenuta ormai classica con paletta e battipenna in stile Strat, pickup splittato al centro del corpo maggiormente smussato anche sull’avambraccio. Il ponte anch’esso in stile Strat aveva ora quattro selle regolabile e fu introdotto lo stoppato realizzato in gomma.

Immagine
Foto: Fender Precision Bass del 1957
Immagine
Foto: Fender Precision Bass moderno
Immagine
Foto: Fender Telecaster Bass del 1968

La prima versione del Precision Bass del 1951 ritornò nel 1965 con la denominazione Telecaster Bass per distinguerlo dalla versione del 1957. A complicare ulteriormente le cose ci ha pensato la Squier con il modello Tele Bass Vintage Modified del 2007 cha ha proposto una versione con corpo molto simile alla chitarra Telecaster realizzata in tiglio e un pickup single-coil del primo tipo, ma scala ridotta a 32 pollici per bilanciare la mancanza del corno superiore.

Immagine
Foto: Squier Tele Bass Vintage Modified del 2007
Immagine
Foto: Gibson Electric Bass del 1953

Il primo basso elettrico Gibson da suonare in piedi fu l’Electric Bass del 1953, che diventò famoso per essere stato usato da Paul McCartney ma anche da altri artisti dell’epoca. Il nome era lo stesso del primo contrabbasso elettrico Gibson del 1938 a dimostrazione di una grande fantasia sui nomi. Il modello è stato poi replicato da altre case ma una su tutte ne trasse grandi vantaggi, ovvero la tedesca Hofner.

La particolare forma a violino della piccola cassa realizzata in mogano, il pickup grande come un humbucker posizionato al manico, la scala di appena 30 pollici e mezzo, ben più corta del basso Fender, ne faceva uno strumento ben diverso da quest’ultimo, ma anche dall’originale Electric Bass suo antenato. Mi risulta che dal 1953 al 1958 ne siano stati prodotti appena 546 esemplari e che al lancio costasse 225 $.

Immagine
Foto: Gibson EB-0 DC del 1959
Immagine
Foto: Gibson EB-2 del 1959

Il modello poi si differenziò introducendo la sigla EB seguita da un numero, anche con corpi in stile semiacustica, stile Les Paul DC e SG, dotati di pickup singoli, humbucker o minihumbucker. Una versione baritona a 6 corde di fine anni ‘50, inizio anni ‘60 con cassa semiacustica stile 335 e piena in stile SG, sono state le varie differenzazioni rispetto al modello originale.

Immagine
Foto: Gibson EB-0 del 1963
Immagine
Foto: Gibson EB-3 del 1967
Immagine
Foto: Gibson EB-1 del 1969
Immagine
Foto: Gibson EB-4L del 1973

Nel 2012 è uscita una nuova versione dell'Electric Bass con corpo che ricorda altri modelli di casa Gibson, mentre quest'anno anche la versione a cinque corde.

Immagine
Foto: Gibson EB Bass del 2012
Immagine
Foto: Gibson EB Bass Five del 2014

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: La storia dei bassi elettrici continua (1951-1958)

  • Cita

Messaggioda andyfender » 27/05/2014, 3:56

Sempre Grande TR!!! Ottimo articolo!!!

Avatar utente
Ares
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3144
Iscritto il: 17/09/2011, 21:22
Località: Sicilia
Contatta:

Re: La storia dei bassi elettrici continua (1951-1958)

  • Cita

Messaggioda Ares » 03/10/2014, 11:03

Aggiunto in Evidenzia! E TidalRace aggiungo al gruppo Team Liutaui come Andy e Marcoak

Avatar utente
TidalRace
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 438
Iscritto il: 26/09/2012, 13:18
Località: Ancona

Re: La storia dei bassi elettrici continua (1951-1958)

  • Cita

Messaggioda TidalRace » 03/10/2014, 12:25

Ares ha scritto:Aggiunto in Evidenzia! E TidalRace aggiungo al gruppo Team Liutaui come Andy e Marcoak


Grazie è un piacere, per quello che posso contribuisco.

Avatar utente
Ares
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3144
Iscritto il: 17/09/2011, 21:22
Località: Sicilia
Contatta:

Re: La storia dei bassi elettrici continua (1951-1958)

  • Cita

Messaggioda Ares » 03/10/2014, 19:35

Grazie a te

  • Spazio pubblicitario

Commenta con Facebook

Torna a “Chitarre e derivati”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti