Il KIT di manutenzione minimo,ma essenziale.

Per chi non riesce a stare con le mani in mano
Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Il KIT di manutenzione minimo,ma essenziale.

  • Cita
  • Proponi su OK Notizie

Messaggioda andyfender » 01/02/2014, 6:58

Quante volte vi ho rotto con questi discorsi,ma non mi stancherò mai di ricordarlo:può darsi che mi leggano nuovi Amici.
Dunque: il minimo che dovremmo avere a portata di mano: 1 flaconcino piccolo di WD-40, 1 flaconcino spray di disossidante per contatti SECCO, 1 flaconcino di disossidante per contatti oleoso, Cotton fioc economici, uno stick protettivo per labbra(Labello,PL3, quello che volete)
Il polish, per me, rimane sempre eccellente il "Pronto legno vivo della Johnson" anche per tastiera e corde(rende scorrevolissime ambedue e nutre sopratutto legni non verniciati,ma su questo non voglio insistere: scegliete voi.

Vediamo le applicazioni possibili dei primi prodotti che ho menzionato: il WD-40 è il massimo contro ossidazioni delle parti metalliche, toglie anche la ruggine leggera e lascia un velo protettivo che resiste anche all'acqua,ve lo giuro!!! Va usato spruzzandolo sul cotton fioc e con questo si può strofinare la parte che si desidera pulire. Se volete potete, dopo averle smontate, mettere le sellette ,viti e,molle comprese, in un vasetto di VETRO, spruzzarle di WD-40 e lasciarle lì qualche ora. Poi le asciugate dall'eccesso di prodotto e le rimontate.
NON SPRUZZATE MAI DIRETTAMENTE IL PRODOTTO SUI PEZZI METALLICI MONTATI SULLA CHITARRA! Con le vernici orrende di adesso potrebbe macchiarle.
Non lo uso per le meccaniche tipo Kluson, quelle con il buchetto:lì preferisco iniettare con una siringhetta del grasso fresco. Il WD-40 può venire utile se il grasso interno si è seccato,per ammorbidirlo,ma non usate il beccuccio: ne mettete un po' nella siringhetta e ne buttate dentro una goccia alla volta,questo per evitare di macchiare il legno della paletta.

Disossidante SECCO: ottimo per i potenziometri rumorosi della chitarra: non si rischia di macchiare il legno: una spruzzatina, si gira un pò il pot ed il gioco è fatto. Lo stesso vale per i pot dell'ampli, se riuscite a trovare la finestrella in cui infilare il beccuccio.

Se le cose non si risolvono con quello secco, quello oleoso assicura,oltre alla pulizia, una lubrificazione e protezione che dura molto di più.
Da usare con moderazione per evitare colature: uno spruzzetto breve.

Lo spray oleoso serve anche per quello che non fate mai,nonostante vi abbia rotto l'anima da anni: la pulizia dei jack e delle entrate sia nella chitarra che nell'ampli e nei pedali.

Si bagna completamente il gambetto del jack,si infila più volte nelle entrate e si pulisce con uno straccetto di cotone. Se è bianco vedrete voi stessi che schifezza avete eliminato!! Al segnale non fa certo bene avere la strada costellata di guano!!!

Lo stick per labbra va usato sugli incavi del capotasto in maniera che si infiltri e rimanga SOTTO le corde. Inoltre sulle sellette sempre sotto le corde. Riduce l'attrito e nei bending la corda si scorda meno.

Il Legno vivo,oltre ad essere,per me', il miglior polish esistente,ed il più sicuro per le vernici,passato sulle corde le protegge dal sudore e le rende scorrevolissime.
Io ne metto un po' su uno straccio (sempre bianco in cotone per poter vedere poi il risultato) e strofino tutte le corde più volte per tutta la loro lunghezza. Contemporaneamente si riesce anche a dare una pulitina alla tastiera ed a nutrirla.

Bene, vi ho rotto ancora una volta, ma non crediate che fra 2 mesi, se sono ancora vivo, non ve lo ripeta.Ciao.A

Avatar utente
arwoor
Contributor
Contributor
Messaggi: 520
Iscritto il: 12/11/2011, 18:06

Re: Il KIT di manutenzione minimo,ma essenziale.

  • Cita

Messaggioda arwoor » 01/02/2014, 17:52

tra due mesi nn ci sarai + qui...starai sotto il caldo solo di nashville a insegnare a quei bifolchi di cowboys come si mantiene una telecaster :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping:
It's only rock'n'roll but i like it

Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

Re: Il KIT di manutenzione minimo,ma essenziale.

  • Cita

Messaggioda simoneb » 01/02/2014, 18:44

e invece la pulizia degli ingressi jack col WD-40 io la facico,ogni tanto :wink:

il labello invece non l'ho mai usato...rimedierò :bigsmile: per quanto riguarda i pot,quello volume della PRS un periodo grattava un po' ma poi ha smesso...boh :wondering:

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Il KIT di manutenzione minimo,ma essenziale.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 01/02/2014, 18:47

Bravo!! Certe volte i pot. si puliscono semplicemente ruotandoli più volte da zero a 10. Normalmente si deposita del residuo di carbone sul contatto.

  • Spazio pubblicitario

Commenta con Facebook

Torna a “Fai da te”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite