Guida all'acquisto di un buon usato.

Consigli e guide sulla manutenzione dello strumento.
Regole del forum
E' severamente vietata la copia anche parziale dei contenuti di questa sezione, salvo espresso consenso dell'Autore che ne detiene tutti i diritti.

Grazie, l'Amministratore.
Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita
  • Proponi su OK Notizie

Messaggioda andyfender » 01/02/2012, 6:14

Ritengo sia una della fasi di un chitarrista che comporta maggiore ansia,almeno per me.
Ma se eseguiamo con ordine una serie di controlli,taluni dei quali vi sembreranno da manicomio,difficilmente ci prenderemo una fregatura.
Proverò ad elencarli sperando di non dimenticare qualcosa ed affidandomi alla vostra pazienza,poichè sono molto pignolo quando acquisto,sia nuovo, che usato e vintage.

Se mi vedete partire per visionare una chitarra da un privato,vi mettete a ridere: la mia attrezzatura consiste in 2 paia di occhiali, almeno due giraviti ( croce e taglio), tester,cavetto corto a jack e.... lente di ingrandimento. Dimenticavo: una torcia elettrica con le batterie belle cariche.
E' ovvio che se devo andare dal mio liutaio tutto ciò non serve, tranne gli occhiali.

Se si tratta di una chitarra relativamente moderna,sarebbe bene domandare perchè la vende,anche se la risposta sarà quella che vuole,ma ci si prova.

Iniziamo ad osservare l'estetica della chitarra: il suono sarà l'ultima cosa.

Paletta: è uno dei componenti più delicati della chitarra.Controlliamo bene eventuali differenze di verniciatura soprattutto alla congiunzione con il manico. Una Gibson( per esempio ) che cade riporta quasi sempre danni a questa.Ma anche altre marche si ammaccano anche seriamente: con la pila indirizzando la luce diagonalmente,si potranno notare dei dislivelli e degli strati sovrapposti di vernice che non ci dovrebbero essere in una chitarra nuova.

Meccaniche Logica una leggera ossidazione soprattutto su quella del mi basso che è sempre più vicina alla mano. Devono essere fluide,ma soprattutto non ci devono essere dei fori scoperti indice della loro sostituzione.

Capotasto deve avere gli intagli ben precisi ed ecco che la lente di ingrandimento ci aiuterà a scoprire se sono troppo consumati o se le corde non appoggiano correttamente: ricordiamoci che queste non dovrebbero appoggiarsi sul fondo dei solchi avendo dei giochi tali da muoversi: vibreranno senz'altro.

Manico e tastiera Giusto consumo per ambedue: se vedete delle ammaccature sul manico o la chitarra è caduta,o hanno usato un capotasto mobile orrendo o avevano la brutta abitudine di appoggiarla tramite il manico.
Valutate voi se l'eventuale inconveniente può darvi fastidio, in ogni caso se esiste,fatelo presente al proprietario.
I tasti devono avere un consumo uniforme e logicamente non devono sporgere dalla tastiera: devono essere ben rifiniti e smussati alle estremità come la Fabbrica quasi sempre li fa.
Controllate la suonabilità della tastiera, che non ci siano tasti che friggono e la bombatura della stessa.

Body Qualche striscio ed ammaccatura sono d'obbligo,ma soprattutto sul posteriore;davanti ci saranno i segni delle pennate. Anche qui controllate la verniciatura.
Importante: l'attacco manico- body. Se è a viti controllate che la croce di queste non siano spannate, segno che il manico è stato smontato,se è incollato,invece che non ci siano fessure fra di loro.

Pick up: ecco che entra in gioco il tester: infilate il cavetto e con il selettore scegliete un p.u e controllatene la resistenza: tranne pochi casi i valori sono simili e dipende dalla chitarra:ricordiamoci che un p.u. può suonare anche se ha l'avvolgimento interrotto: si chiama "suonare per capacità" nel senso che l'avvolgimento riesce ugualmente a dare un segnale(magari un po' più debole) ma non ci si accorge collegando la chitarra all'ampli, è solo un po' più debole.La misurazione con il tester,invece, ci darà valore ZERO

Ora bisogna chiedere il permesso di smontare la chitarra per mettere a nudo il circuito elettrico: guardiamo i potenziometri che devono avere la stessa sigla esempio: A 122344, oppure B53535. Possono talvolta essere differenti quelli del volume rispetto a quelli del tono.
Osserviamo bene tutte le saldature: devono essere lucide, a goccia,senza craterizzazione ,tantomeno agglomerati di stagno,indice di collegamenti rifatti.

I fil dei p.u. devono avere lo stesso tipo di guaina, i colori possono essere differenti perchè Seymour Duncan e anche Fender usano i colori differenti per indicare dove vanno montati,oppure semplicemente il centrale (nella Fender) ha i fili diversi perchè è avvolto al contrario.

Se siete riusciti a leggere fino a qua,vi posso dire che adesso potete anche provare a suonarla e che dio me la mandi buona.

Controllate bene come lavorano i potenziometri: che vadano a zero e che siano graduali nel loro funzionamento,così come il selettore ed eventuali push-pull. Per il resto vale il vostro orecchio. Ciao a tutti. Andyfender.
Ultima modifica di andyfender il 02/02/2012, 4:25, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
Ares
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3144
Iscritto il: 17/09/2011, 21:22
Località: Sicilia
Contatta:

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda Ares » 01/02/2012, 9:03

Grazie Capo!
andyfender ha scritto:Capotasto deve avere gli intagli ben precisi ed ecco che la lente di ingrandimento ci aiuterà a scoprire se sono troppo consumati o se le corde non appoggiano correttamente: ricordiamoci che queste non dovrebbero appoggiarsi sul fondo dei solchi avendo dei giochi tali da muoversi: vibreranno senz'altro.


Mi spiegheresti meglio questo? Non devono appoggiare?

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 01/02/2012, 9:28

Ares ha scritto:Grazie Capo!
andyfender ha scritto:Capotasto deve avere gli intagli ben precisi ed ecco che la lente di ingrandimento ci aiuterà a scoprire se sono troppo consumati o se le corde non appoggiano correttamente: ricordiamoci che queste non dovrebbero appoggiarsi sul fondo dei solchi avendo dei giochi tali da muoversi: vibreranno senz'altro.


Mi spiegheresti meglio questo? Non devono appoggiare?


In teoria le corde dovrebbero appoggiare in tangenza e non sul fondo del solco: questo assicura che siano bloccate al meglio.
Se invece si appogiano sul fondo,hanno la possibilità di muoversi e non appena usi diametri più piccoli ci ballano addirittura. Teoria mia.

Immagine

Avatar utente
Ares
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3144
Iscritto il: 17/09/2011, 21:22
Località: Sicilia
Contatta:

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda Ares » 01/02/2012, 9:41

Allora il solco deve essere a "V" per potere questo

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 01/02/2012, 9:47

Ares ha scritto:Allora il solco deve essere a "V" per potere questo


L'ideale sarebbe questo: tutti i diametri lavorerebbero sulla tangente.

Avatar utente
Ares
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3144
Iscritto il: 17/09/2011, 21:22
Località: Sicilia
Contatta:

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda Ares » 01/02/2012, 9:57

In effetti. Devo andare a controllare il mio!

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 01/02/2012, 10:03

Ares ha scritto:In effetti. Devo andare a controllare il mio!


Ma non farti inutili problemi: se la chitarra suona bene non preoccuparti: alcune sono mie fisime! :headbank:
Ultima modifica di andyfender il 06/02/2012, 8:20, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Ares
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 3144
Iscritto il: 17/09/2011, 21:22
Località: Sicilia
Contatta:

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda Ares » 01/02/2012, 12:02

Comunque grazie. Gran bella Guida, come sempre, ma questa è da stamparsi

Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda simoneb » 01/02/2012, 15:25

Ares ha scritto:Comunque grazie. Gran bella Guida, come sempre, ma questa è da stamparsi

sì,veramente interessante....non sapevo(e mi ha stupito...)sopratutto che un PU può suonare anche con l'avvolgimento interrotto.....cavolo,pensavo che si spegnesse inevitabilmente....da tenere presente anche per la diagnosi di eventuali guasti...grazie andy :bigsmile: :rock:

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Guida all'acquisto di un buon usato.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 02/02/2012, 10:24

simoneb ha scritto:
Ares ha scritto:Comunque grazie. Gran bella Guida, come sempre, ma questa è da stamparsi

sì,veramente interessante....non sapevo(e mi ha stupito...)sopratutto che un PU può suonare anche con l'avvolgimento interrotto.....cavolo,pensavo che si spegnesse inevitabilmente....da tenere presente anche per la diagnosi di eventuali guasti...grazie andy :bigsmile: :rock:


Grazie a te,Simon,per leggermi sempre!!!

  • Spazio pubblicitario

Commenta con Facebook

Torna a “Laboratorio Liuteria”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti