Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

Lezioni e consigli sulla teoria e pratica dello strumento.
Regole del forum
E' severamente vietata la copia anche parziale dei contenuti di questa sezione, salvo espresso consenso dell'Autore che ne detiene tutti i diritti.

Grazie, l'Amministratore.
Avatar utente
Caste
Team Maestri
Team Maestri
Messaggi: 124
Iscritto il: 14/10/2011, 0:38

Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita
  • Proponi su OK Notizie

Messaggioda Caste » 14/01/2012, 15:07

La chitarra è uno strumento che ha una notevole estensione (se pensiamo ad una chitarra a 6 corde con accordatura standard e 24 tasti, vengono coperte 4 ottave piene) e, spesso, è ostico imparare la posizione di tutte queste note.
In più, il continuo riferimento ai box delle varie scale, tende a far ragionare il chitarrista più in senso "verticale" (ma non in senso di arpeggi) che in "orizzontale".
Per rendere più agevole e immediata la determinazione delle note sulla chitarra, è possibile ricorrere al metodo C.A.G.E.D. che è un metodo che aiuta a identificare delle specifiche note (la fondamentale, la modale e la dominante), dalle posizioni su cui si costruiscono gli accordi.

Ogni diteggiatura "C.A.G.E.D." è costruita "intorno" alla posizione di questi accordi, cioè alla "forma" di questi accordi, che normalmente utilizziamo e trasliamo su tutto il manico.
Il discorso della visualizzazione, è un po' ostico, ma che se ben applicato permette di raggiungere ottimi risultati.

Innanzi tutto, la sigla C.A.G.E.D., deriva da quelli che sono i primi accordi, in prima posizione, che tutti i chitarristi hanno imparato a strimpellare agli inizi.
Immagine

I quadratini rossi, nella figura, non sono altro che alla Tonica dell'accordo. Non è stato un caso prendere queste 5 forme, poichè grazie ad esse, è possibile estendere un accordo su tutta la tastiera.

Come, vi starete chiedendo? Facciamo un esempio: se volessi suonare un DO maggiore, mi basta individuare dove sono situate le toniche di DO sulla tastiera. Se volessimo suonare questo DO maggiore sui primi tasti, quale delle posizioni precedenti andrei a "prendere"? Credo sia facile da immaginare...
Immagine

Se ora voglio far susseguire un'altra posizione al mio accordo, quale sarà la successiva (sempre in DO)? Sarà, evidentemente, questa:
Immagine

Ricapitolando allora ho suonato la forma C e poi la A (attenzione, come detto in premessa, le lettere indicano le forme, che sono le "figure slittabili", non il nome dell'accordo!)
In questo modo, possiamo andare avanti e trovare le restanti 5 poisizioni (la G, la E e la D). La comodità del metodo è che la successione da rispettare è sempre quella del C-A-G-E-D a partire da qualunque tonica.

Queste sono tutte e 5 le posizioni di C.A.G.E.D. in DO maggiore a partire dal primo tasto:
Immagine

E se al posto di un DO maggiore, volessi suonare un MIb maggiore e attraversare nuovamente, con tutte le cinque forme, il manico? Trovo, come prima cosa, le toniche di MIb ai primi tasti, e confronto tali toniche dell'accordo da costruire con le toniche delle forme del mio sistema: ne dedurrò che è la forma D quella che soddisfa le mie esigenze:
Immagine

Vorrà anche dire che, la forma successiva da suonare, sarà la C, poi A, poi G e poi E. A questo punto il sistema dovrebbe essere abbastanza chiaro: trovando la prima posizione, non rimane che proseguire, rispettando sempre le 5 forme che si susseguono sempre con lo stesso ordine C-A-G-E-D (se inizio dalla forma D la successiva sarà la C, poi la A, poi la G, poi la E, poi di nuovo la D; se, invece, inizio dalla forma E la successiva sarà la D, poi la C, poi la A e via di seguito).
Dunque, nel nostro secondo esempio, le 5 posizioni C.A.G.E.D. in MIb maggiore, a partire dal primo tasto, saranno:
Immagine

Con un (bel) po' di pratica, si può automatizzare questo meccanismo che ci renderà in grado non solo di suonare qualsiasi accordo in qualsiasi posizione, ma anche di accompagnare un intero brano in un unica porzione di tastiera e di riuscire velocemente a lavorare, durante un'improvvisazione, sia in senso verticale (sia scale che arpeggi), che in senso orizzontale, poiché riusciremo ad identificare ben 3 note, su sette, della scala che dobbiamo utilizzare.

Naturalmente sarà necessario prendere dimistichezza col manico ricercando a volo le toniche degli accordi nelle 5 posizioni e ricordandosi che, trasportando noi le le posizioni "aperte" delle forme degli acordi di origine, si renderà necessario l'uso del barrè per riuscire a coprire quelle note che, nella posizione aperta, erano corde a vuoto e anche, in qualche caso, a qualche piccolo adattamento di diteggiatura.

Tutto questo lavoro, può essere fatto, e dovrebbe essere fatto se vogliamo raggiungere risultati notevoli, anche a partire dalle posizioni aperte degli accordi minori.
Familiarizzato con il metodo, non sarà difficile aggiungere anche le "estensioni" degli accordi (settime, none, undicesime e tredicesime di vario tipo).

Infine, qualche esercizio, da eseguire con il metronomo a velocità contenute (40 - 80 bpm):

  1. Prendete una progressione di accordi (qualunque, anche cheata da voi) e suonatela solo usando la posizione C, poi la posizione A, poi la G e così via;
  1. Prendete la\e progressione\i di accordi precedenti e suonatela, da una posizione di partenza, in modo da minimizzare gli sostamenti orizzontali, usando tutte e 5 le posizioni;
  1. Provate ad improvvisare un solo su una progressione di accordi (anche, una volta familiarizzato con il metodo, con cambi di tonalità al suo interno) lavorando sia in senso "verticale" che orizzontale, non pensando ai box della scala, ma ragionando sulla posizione delle note contenute sull'accordo della tonalità di riferimento (se siete in tonalità di DO maggiore, vi riferirete all'accordo di DO maggiore, se siete in tonalità di FA maggiore, vi riferirete all'accordo di FA maggiore, e così via.

Buon lavoro! :smile:
Ciao

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 15/01/2012, 4:02

Bellissimo topic!!! Chiederei al Capo di metterlo in evidenza,per favore, e se avesse un seguito ancora meglio. Grazie. A

Avatar utente
Bluenote
Contributor
Contributor
Messaggi: 628
Iscritto il: 18/09/2011, 12:54

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda Bluenote » 15/01/2012, 12:46

Bello Caste, grazie :thumbup: :thumbup:
conquesto sistema si apre tutto un mondo..
Them pains, when blues pains grab you, you'll sing the blues right.

Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda simoneb » 15/01/2012, 13:17

Bluenote ha scritto:Bello Caste, grazie :thumbup: :thumbup:
conquesto sistema si apre tutto un mondo..

sì,l'ho provato già ieri.....è molto interessante :tongueout: :wink:

Avatar utente
fax1717
Utente registrato
Utente registrato
Messaggi: 68
Iscritto il: 31/12/2011, 19:36

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda fax1717 » 15/01/2012, 19:24

Caste nella teoria vale quanto Andy nell'elettronica... valori aggiunti

Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda simoneb » 15/01/2012, 22:49

fax1717 ha scritto:Caste nella teoria vale quanto Andy nell'elettronica... valori aggiunti

eh sì,complimenti ad entrambi :clapping: :clapping: :clapping: :clapping: :clapping:

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda andyfender » 16/01/2012, 5:54

Grazie!! ma Caste è un gradino più sù: EGLI è pratico!!

Avatar utente
Ibanez1550
Utente Fedele
Utente Fedele
Messaggi: 185
Iscritto il: 02/10/2011, 12:55

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda Ibanez1550 » 16/01/2012, 19:20

Complimenti!!! Grazie Caste, l'hai resa ancora più simpatica la nostra chitarra.. :smile:

Avatar utente
les gibson
Utente Fedele
Utente Fedele
Messaggi: 123
Iscritto il: 16/02/2014, 12:26
Località: Roma

Re: Conoscere il manico: METODO C.A.G.E.D.

  • Cita

Messaggioda les gibson » 16/02/2014, 12:37

Complimenti!
[align=center]Always somewhere
Miss you where I've been
I'll be back to love you again
[/align]

  • Spazio pubblicitario

Commenta con Facebook

Torna a “Lezioni Online”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite