chitarra sconosciuta....

Per tutto quello che non tramonta mai..
Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

chitarra sconosciuta....

  • Cita
  • Proponi su OK Notizie

Messaggioda simoneb » 10/01/2013, 22:45

sinceramente,non penso sia un pezzo di valore....su un altro forum un utente ha chiesto informazioni su questo strumento che si ritrova in casa,qualcuno riesce a risalire a qualche informazione utile?
Immagine
grazie in anticipo a tutti :bigsmile:

Avatar utente
TidalRace
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 437
Iscritto il: 26/09/2012, 13:18
Località: Ancona

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda TidalRace » 10/01/2013, 23:45

Ma... quello è l'ultimo prototipo di Leo Fender del 1965 prima di vendere l'azienda, l'unico esemplare di un nuovo strumento che fu rubato dal suo laboratorio e mai più rintracciato. :bigsmile: SCHERZO.
In realtà non lo conosco ma dato il tipo d'attaccacorde penserei a una chitarra italiana, magari della Eko.

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda andyfender » 11/01/2013, 6:53

Concordo con TR sul fatto che sia italiana e degli anni 65-70.
La mancanza di qualsiasi traccia di marchio fa pensare ad una chitarra artigianale. Nessun particolare è specifico di una marca conosciuta: i p.u. (ne possiedo uno rimasto sconosciuto) sono copie dei Rickenbaker, la forma stratoide ricorda la Hofner (forse la più bella copia Strato mai fatta), strano il selettore dei p.u. sulla spalla destra: la Hofner la metteva a sinistra sulla copia Fender, Il ponte l'ho già visto,ma non riesco a focalizzarlo: assomiglia a quello attuale della G&L.
Direi proprio un oggetto assemblato come si usava fare in quegli anni e che è molto bello anche sia come linea che come colori. La testa del truss rod è Hofner al 90%
Bella comunque,da conservare con cura come tutte le chitarre che si trovano.

Avatar utente
TidalRace
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 437
Iscritto il: 26/09/2012, 13:18
Località: Ancona

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda TidalRace » 11/01/2013, 15:20

Magari il manico è stato sostituito e quindi non è significativo. Io farei una ricerca su GuitarFetish che forse può svelarci il marchio e modello. Concordo con Andy sul fatto che sia da conservare e rimettere in forma.

Avatar utente
texx
Contributor
Contributor
Messaggi: 574
Iscritto il: 21/05/2012, 16:47
Località: Zianigo

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda texx » 11/01/2013, 17:44

...anch'io ho questa impressione.Il manico sembra proprio Strato.In queste chitarre non è mai uguale ma mooooooooolto più grossolana (la paletta).

Avatar utente
GrayFox
Contributor
Contributor
Messaggi: 705
Iscritto il: 15/01/2012, 16:29

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda GrayFox » 11/01/2013, 17:54

Una cosa è sicura ! Bella chitarra ! Vintage Vintage

Avatar utente
Dogat
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 182
Iscritto il: 13/11/2011, 20:03

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda Dogat » 12/01/2013, 7:24

Ciao Simoneb,

interessantissimo pezzo storico d'annata e italiano, collocabile secondo il mio punto di vista attorno alla metà degli anni '60 ('65-67) come riferimento storico e a prima vista.
Sul presunto marchio si potrebbe far la spola fra Meazzi, Davoli, Eko, ma il "Variatone", che caratterizza lo strumento stesso in bachelite o simil tale (vista l'invenzione della plastica negli anni '50) ricorda molto alcune Meazzi e non da meno il ponte "hofner-meazziano".
Per il manico potrebbe anche essere stato sostituito in seguito, comunque è d'annata pure lui, con regolazione del truss-road al fondo dello stesso, quindi all'attaccatura sul body.
Per i pckup's sembrerebbe ambito "ci ha messo il becco la Davoli", quando costruiva ancora accessoristica e impiastica, in quanto Semprini non mi pare costruisse pckup's.

Concludendo penso che più che altro sia uno strumento che quasi certamente agli inizi non era un assemblato, ma lo è diventato in seguito per il fattore manico successivo.
Come dice infatti Andy, in quegli anni si facevano stumenti assemblati o meglio, qualche marchio italico, come Meazzi, Eko ed altri che non pochi erano, ma evitando poi di mettere lo stesso sulla paletta, duplicavano esattamente, ma per gli amici intendasi, certe chitarre famose, ma per non far sì che poi succedessero "atomici casini legali" sia al costruttore, che all'utilizzatore, inserivano pckup's, ponti diversi, in quanto mister CBS era sempre pronta, con i suoi agenti commerciali vari, a denunciare anche gatto silvestro, se fosse stato trovato con in mano una Strato duplicata.

Un saluto da parte mia,

Dogat. :-)

Avatar utente
andyfender
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4935
Iscritto il: 18/09/2011, 9:37

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda andyfender » 12/01/2013, 7:31

Ciao Dogat,approfitto per mandarti un abbraccio!!! A quando il prossimo pezzo??? E un po' di foto dei tuoi gioielli?? (non quelli intimi,però!!) :giggle:

Avatar utente
simoneb
Icona del Rock
Icona del Rock
Messaggi: 2406
Iscritto il: 23/09/2011, 12:40

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda simoneb » 12/01/2013, 13:23

ho dimenticato di aggiungere un particolare:la persona che possiede questo strumento dice che il marchio è stato rimosso dal vecchio propietario :speechless: non capisco perchè,ma vabbè...contento lui :evilgrin: :itwasntime:

Avatar utente
Dogat
Team Liutai
Team Liutai
Messaggi: 182
Iscritto il: 13/11/2011, 20:03

Re: chitarra sconosciuta....

  • Cita

Messaggioda Dogat » 12/01/2013, 13:45

andyfender ha scritto:Ciao Dogat,approfitto per mandarti un abbraccio!!! A quando il prossimo pezzo??? E un po' di foto dei tuoi gioielli?? (non quelli intimi,però!!) :giggle:


Ciao Andy contraccambio anche io il tuo abbraccio! :-)
Sono alle prese con partiture varie, in quanto dedico tutto il tempo libero all'arrangiamento di vecchi brani, che come ben saprai portano via la maggior parte del tempo, ma il divertimento è sempre tanto, mi sembra di essere ritornato e questo dal 2008 a più di trent'anni fà, quando e con i mezzi disponibili di quei tempi, facevo le stesse cose, per poi proporle in pubblico durante le mie serate a base di musica soft...oggi sarebbe da definirsi "smooth jazz", invece all'antica si diceva Relax o musica d'ascolto.

Un saluto da parte mia e buona giornata!

Dogat. :-)

  • Spazio pubblicitario

Commenta con Facebook

Torna a “Vintage e Collezionismo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite